GUida sulla dashboard di WordPress

La Dashboard di WordPress: il pannello di amministrazione del tuo blog. [3° Parte]

La prima cosa che vedi quando accedi al pannello di amministrazione è la dashboard di WordPress. In questo post parleremo del pannello di amministrazione, ma prima di partire ti ricordo che nello scorso post abbiamo parlato di hosting, nome del dominio del tuo sito web e installazione di WordPress. Se ti sei perso lo scorso post prima di andare avanti con questo articolo dove parleremo della dashboard di WordPress ti consiglio di leggere il post precedente. Ti lascio il link.

Hosting, Nome Dominio e Installazione WordPress. [2° Parte]

Benvenuto nella dashboard di WordPress

Il pannello di amministrazione di WordPress o chiamato anche come accesso admin consiste in una collezione di gadget che forniscono informazioni rapide in modo da non dover navigare tra diverse pagine.

Ad esempio è possibile navigare e visualizzare i commenti, fare una bozza di post veloce, vedere le ultime notizie di WordPress e tanto altro ancora.

dashboard di WordPress
Benvenuto nella dashboard di WordPress

In sintesi la dashboard di WordPress è il luogo dove puoi controllare e gestire tutti gli elementi del tuo blog. Puoi accedervi in ​​qualsiasi momento andando su nomesito.com/wp-admin/ oppure nomesito.com/wp-login.php

Come è suddivisa la Dashboard di WordPress

La schermata principale del pannello di amministrazione è abbastanza intuitiva: troverai il menu a sinistra e il contenuto principale nel centro della pagina.

Articoli

Gli articoli si riferiscono ai post del blog WordPress che originariamente era ed è un software di blogging, quindi questi hanno un risalto.

Per creare un nuovo post ti basta cliccare su articoli -> aggiungi nuovo.

In questa pagina potrai vedere l’editor dei post di WordPress. Le parti più importanti di questa pagina sono:

Titolo post – inserisci il titolo del tuo post in questo campo. Sul tuo tema verrà visualizzato prima del contenuto.

Contenuto post – è possibile utilizzare l’editor di WordPress WYSIWYG per aggiungere il contenuto del tuo post. Questo ha due schede – visuale (utilizzare l’editor per formattare il testo) e testo (aggiungi il codice HTML direttamente).

nuovo articolo dashboard wordpress
Come aggiungere un articolo dalla dashboard di wordpress

Una volta creato il contenuto del tuo primo post di WordPress, è necessario pubblicarlo. Pubblicalo ed invia il tuo post sul tuo attuale sito. Fatto! Ora puoi andare a vedere come si vede il post sulla pagina iniziale del sito.

Categorie

Le categorie di WordPress sono un modo molto conveniente per organizzare i post. Si possono avere le categorie parent e child, potendo così disporre in modo gerarchico i tuoi post.

In aggiunta a ciò, un post può essere in più di una categoria. Questo ti dà un sacco di flessibilità per mostrare esattamente i posti desiderati, esattamente come li vuoi, disposti nei tuoi widget, menu o direttamente nel tuo tema WordPress.

Per creare nuove categorie in WordPress, è necessario accedere alla pagina posts -> categorie. Sul lato sinistro della pagina, vedrai una scheda che permette di creare categorie. Compila il nome della categoria, il suo nome breve (sarà usato negli URL di categoria) e clicca il bottone aggiungi nuova categoria.

Hai creato la tua prima categoria! Perfetto! Ora, facciamo un sottocategoria . Compila un nome e slug, proprio come hai fatto con la prima categoria, ma questa volta seleziona post di famiglia come parent per la nuova categoria. Quindi, premere aggiungi nuova categoria ancora una volta per salvare la nuova sotto categoria.

dashboard wordpress categorie
Come creare le categorie nella dashboard di wordpress

Come assegnare i post alle categorie

Una volta creata la struttura di categoria, è possibile aggiungere post alle categorie. Ci sono due modi in cui questo si può fare. Il primo è quello di aprire un determinato post (o scriverne uno nuovo) e selezionare la categoria a cui lo si vuole assegnare. Il secondo modo è quello di aggiungere i post in massa ad una categoria. Per fare questo vai post -> tutti i post. Quindi, seleziona i messaggi che desideri aggiungere ad una categoria, fai clic sul tab azioni di massa, seleziona aggiorna e per finire, clicca sul bottone applica. Ora, i post che hai contrassegnato in precedenza appartengono alla categoria che hai scelto.

Pagine

Le pagine di WordPress identificano contenuti sempre validi nel tempo (per questo, sentirai spesso il termine pagine statiche). Vengono generalmente usate per quei contenuti che descrivono chi sei, cosa fai, la mission della tua azienda, ciò che vendi o che proponi, i contatti. Quelle pagine, appunto, che una volta pubblicate resteranno in linea di massima invariate per sempre.

Le pagine di WordPress sono inoltre particolarmente adatte per guide, risorse, tutorial, how-to e simili, perché anche in questo caso si tratta di risorse che probabilmente non sono limitate a una determinata data ma che invece vorrai proporre ai tuoi lettori anche in futuro.

Attenzione ai commenti: se nel caso delle guide probabilmente vorrai dar la possibilità di commentare a chi legge, per tutte le altre pagine è molto ma molto probabile che preferirai mantenere i commenti disattivati.

Aspetto

L’aspetto è la sezione della dashboard di WordPress che ti permette di cambiare e personalizzare il tuo sito. Troverai anche i widget: moduli personalizzabili preinstallati che puoi inserire in aree predefinite come la sidebar.

Un widget è definito come un elemento (generalmente grafico e dinamico) molto simile ad un plugin, che aggiunge opzioni e caratteristiche visuali e interattive all’esperienza del visitatore su un sito.

Si tratta di una risorsa molto simile ad un plugin, perché anche un widget aggiunge funzionalità in modo flessibile ad un sito.

La differenza sta nel fatto che quest’ultimo lavora generalmente in “piccolo”, ovvero in aree limitate quali la sidebar e il footer. Quindi un widget è un plugin in miniatura straordinariamente importante soprattutto in un blog.

Plugin WordPress

I plugin sono dei pezzi di codice o veri e propri programmi che interagiscono con WordPress per ampliarne le sue funzionalità.

Un esempio di plugin può essere quello che ti permette di lasciare dei commenti su un qualsiasi blog o sito web. Oppure, quello per generare delle condivisioni social, o ancora quello che ti permette di trasformare il tuo spazio online in un eCommerce.

Alcuni plugin inseriscono automaticamente nuove voci di menu nella dashboard di WordPress nel quale è possibile settare le configurazioni necessarie per il corretto funzionamento del plug-in.

Tornando a noi che nel nostro case-study stiamo creando un blog che parla principalmente di golf abbiamo utilizzato un hosting affidabile come SiteGround che automaticamente ci mette a disposizione determinati plugin preinstallati.

Jetpack è un plugin che aggiunge alcune funzionalità “più ricercate” a WordPress. Jetpack è realizzato da Automattic, le stesse persone che creano WordPress.com, e richiede una piccola installazione extra.

La configurazione di avvio rapido in questa fase è quella di connettere Jetpack.

Jetpack deve essere collegato a un account WordPress.com per sbloccare la sua gamma completa di funzionalità. Fare clic sulla voce di menu Jetpack e quindi su Connect Jetpack per avviare questo processo.

SG Optimizer è un altro plug-in preinstallato da SiteGround. Lo abbiamo già attivato in cPanel, quindi non c’è nient’altro da fare.

Una nota: c’è un pulsante con l’etichetta Purge SG Cache nel menu in alto. Se apporti modifiche al tuo sito e questo non viene visualizzato, fai clic su questo per forzare l’aggiornamento dello snapshot.

Conclusione

Fai clic sulle varie opzioni e pagine per avere un’idea di come funziona WordPress. Clicca su Post, per esempio, e troverai SiteGround ha già pubblicato un post sul tuo sito. Torneremo a creare il tuo primo post in un secondo momento per ora ho solo accennato qualche passaggio.

Ora dovresti avere un’idea di come funziona WordPress e come utilizzare la Dashboard. Non è necessario capire tutto in questa fase, ma un paio di minuti per dare un tocco a WordPress sarà molto prezioso. Questo ci rende ben attrezzati per passare alla sezione successiva: Scegliere il design del tuo sito.

Stay Tuned!

 

Non finisce qui, altre guide ti aspettano:

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

2 Commenti

lorena Rispondi

ebbravo Bartolomeo, menomale che ci sono persone come te ! ho bisogno di aiuto per un sito che mi sono creata da sola da wordpress ma mi mancano un sacco di informazioni e …ogni tanto faccio qualche pasticcio.
ora non riesco più ad aprire il DASHBOARD ! apro il mio sito da wordpress ma va sula pagina di visualizzazione e altre modifiche ma no il dashborad, inoltre quando si cerca il sito su internet si trova con l’estensione di una pagina interna ma non home page.
che faccio per trovare il dashboard ? grazie mille

Bartolomeo Rispondi

Ciao Lorena, potresti linkarmi il tuo sito web per dare uno sguardo?
Attendo un tuo riscontro.
Saluti
Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003