Installazione WordPress

Hosting, Nome Dominio e Installazione WordPress. [2° Parte]

Hosting, Nome Dominio del tuo sito web e Installazione WordPress. Sono gli argomenti di questo secondo post di “Starting WordPress Box”.

Bentornato/a in “Starting WordPress Box” nello scorso articolo avevamo parlato soltanto dei primi aspetti da tener conto su come creare un blog WordPress professionale. Se ti sei perso la prima parte ti lascio il link qui:

Come creare blog WordPress professionale. Guida completa [1° Parte]

Bene, ora passiamo alla seconda parte.

Hosting, Nome Dominio del tuo sito web e Installazione WordPress

Questa prima sezione ti consentirà di ottenere rapidamente informazioni sul tipo di hosting da acquistare per il tuo sito WordPress, il nome del dominio , l’installazione WordPress e l’impostazione di base necessari per il tuo blog .

Inizieremo con quale hosting scegliere, analizzeremo rapidamente i nomi dei siti Web (la frase tecnica è “nome dominio”), quindi precediamo con l’installazione WordPress sul tuo hosting.

La prima cosa da tener conto è quale hosting è più adatto alle nostre esigenze. Scegliere l’hosting giusto può essere un compito scoraggiante, in quanto vi è un numero enorme di fornitori concorrenti che offrono pacchetti, prezzi e caratteristiche diversi. Fortunatamente, una volta acquisite alcune nozioni di base, è facile prendere una decisione informata.

Scelta dell’hosting

La scelta più importante è tra hosting condiviso e proprietario . L’hosting condiviso è economico, ma il tuo sito web “condivide” lo stesso server con  altri siti web. Pertanto, l’hosting condiviso può gestire solo fino a circa 50.000 visitatori al mese. Probabilmente dovrai anche occuparti di backup, sicurezza e ottimizzazione.

L’hosting proprietario, d’altra parte, è costoso, ma hai a disposizione diversi servizi , inclusi backup, sicurezza e ottimizzazione. Inoltre, non esiste un limite massimo sul numero di visitatori che puoi avere ogni mese.

Inoltre, ti consiglio un host che abbia determinata caratteristiche come, velocità elevate ( SSD – dischi rigidi più veloci – come segno che l’host prende sul serio la velocità) e un buon servizio clienti (un modo semplice di testare questo è per chiedere una domanda pre-vendita).

L’hosting condiviso va bene per i nuovi blog WordPress e la maggior parte dei siti WordPress di piccole e medie dimensioni. Se il tuo sito si adatta a una di queste descrizioni, allora dovresti scegliere l’hosting condiviso: puoi sempre spostarlo sull’hosting proprietario più tardi se cambi idea.

Hosting Siteground

Se hai appena iniziato, non c’è forse un host migliore di SiteGround. Offrono un servizio eccellente e un set di

Installazione WordPress su hosting SiteGround
Installazione WordPress su hosting SiteGround

funzionalità senza precedenti : ecco perché, per gli scopi di questa guida, ti mostrero esattamente come impostare il tuo sito con loro.

Se invece utilizzi Aruba come hosting, puoi leggere il mio post scritto tempo fa su come ottimizzare un hosting Aruba.

Se sei un utente più avanzato, con un budget molto più grande e desideri davvero il miglior hosting propietario fin dall’inizio, considera l’utilizzo di WP Engine.

Ora sei pronto per acquistare un servizio hosting e avviare il tuo blog WordPress! Evviva! Innanzitutto, prima di iniziare dovrai scegliere il tuo nome di dominio. Questo è un passo davvero importante e vale la pena investire un po ‘di tempo. Speriamo che il tuo blog rimarrà in giro per molto tempo, quindi dovrai assicurarti di scegliere un nome che ti soddisfa.

Scelta del nome del dominio

Questo passaggio è complicato dal fatto che sono già registrati oltre 100 milioni di nomi di dominio. Ciò riduce notevolmente il pool di buoni nomi di dominio disponibili, quindi è necessario essere pazienti e un’pò creativi; i nomi più ovvi non sono disponibili, quindi preparati a provare  diverse opzioni.

Scegliere un buon nome di dominio comporta  seguire un paio di regole e quindi utilizzare uno dei tanti strumenti per rintracciare i nomi di dominio disponibili.

Ecco le regole che dovresti seguire:

  •  Scegli il .com. Sono disponibili molte estensioni di dominio (le estensioni sono  .net, .co .uk, .io, .it) .
  •   I migliori domini sono sotto gli 11 caratteri. Cerca di essere breve.
  •   Includi una parola chiave che le persone cercheranno per trovare il tuo sito, se possibile. Il tuo blog parla del golf? Quindi cerca di incorporare “golf” nel nome del dominio. L’unica avvertenza è se la parola chiave è un marchio. Non dovresti includere i marchi di altre persone nei tuoi nomi di dominio.
  •  Non usare l’articolo definito. Lo sapevi che Facebook è iniziato come thefacebook.com? Hanno abbandonato il perché  si trattava di un cattivo nome di dominio.
  •   Non includere caratteri diversi dalle lettere. I trattini e i numeri creano ambiguità; la gente non saprà se dovrebbero essere enunciati o no.
  •   Allo stesso modo, il tuo dominio dovrebbe essere brandable, ortografico e pronunciante.  come suona e che abbia un ‘anello’. Un po ‘di allitterazione  può essere utile.
  •    Controlla la cronologia del nome del dominio. Qualcun altro potrebbe aver posseduto il tuo dominio in passato, quindi controlla cosa c’era sul sito! Puoi usare archive.org per questo: digita il nome, controlla i risultati e, se non ti piace quello che vedi, evita di usare il nome.
  •      Infine, verifica due volte che non puoi formare altre parole indesiderate con il tuo nome! Questo evita qualsiasi imbarazzo in seguito.

Queste regole sono molto semplici nella pratica: puoi utilizzare uno dei numerosi strumenti per trovare i nomi di dominio disponibili per te e, da lì, devi solo assicurarti che i tuoi domini selezionati seguano le regole.

Strumenti utilizzati per la scelta del Nome del Dominio

Ci sono un paio di eccellenti strumenti per la ricerca del dominio che puoi usare. Non è necessario acquistare il nome di dominio tramite questi strumenti – lo faremo con SiteGround in seguito – ma è possibile utilizzarli per semplificare il processo di scoperta.

Ecco i nostri preferiti:

NameMesh: inserisci una o più parole chiave che vuoi includere nel tuo nome, premi Generate e otterrai una vasta gamma di opzioni. Scegli solo i nomi .com, imposta una lunghezza massima di 11 caratteri e nascondi i domini registrati per soddisfare automaticamente alcune delle nostre regole.

Wordoid: se sei bloccato per le idee, Wordoid può generare idee di domini brandable per te. Questo può essere incostante, ma i successi sono così buoni che vale la pena provarlo.

Impossibility: questo è perfetto se hai una parola che devi usare nel tuo dominio. Inserisci la parola e Impossibility troverà i nomi di dominio disponibili con la parola inclusa.

LeanDomainSearch: un’altra buona opzione se hai una parola da includere. Questo genererà un sacco di opzioni che dovrai setacciare.

Per il nostro case-study sul golf, avere “golf” nel nome di dominio sembra una buona idea, quindi inizieremo a utilizzare gli strumenti indicati per cercare di trovare un .com

Scelta Nome del Dominio - Installazione WordPress
Sito Web per la Scelta Nome del Dominio

 

Possiamo iniziare cercando golf su NameMesh. Possiamo vedere la maggior parte dei nomi sono presi, ma ci dà un’opzione: golfjar.com. Questo potrebbe essere già  un nome che può andarci bene. Il dominio è breve, include la parola chiave, ha il .com, è pronunciabile e  brandable . Uno sguardo a archive.org mostra che il dominio è stato registrato in precedenza, ma aveva solo una pagina “in costruzione”. Tutto sembra a posto! Prendiamo questo nome e proviamo gli altri strumenti.

Wordoid ci fornisce alcuni risultati interessanti, tra cui golfia, ma risulta che il .com non è disponibile – possiamo solo avere .net.  Il nome golferated.com è divertente, sicuramente brandable e soddisfa anche tutti gli altri criteri. Lo aggiungeremo alla lista. Gli altri strumenti ci danno moogolf.com, golfgrad.com e golfoftheday.com. Questo è un buon elenco!

Puoi vedere come, con un po ‘di ricerca, anche per un termine popolare come “golf”, ci sono molti nomi validi disponibili. Il nostro blog sul golf deve essere un po ‘più serio, in modo da escludere moogolf.com e golferated.com.

Sfortunatamente, golfjar.com sembra un po ‘sciocco, quindi andremo su golfgrad.com. Questo nome soddisfa tutte le regole e ha la sensazione di un sito di insegnamento, che si adatta allo scopo del blog.

Prima di impegnarti con il tuo nome di dominio, potresti voler ricevere feedback da alcuni amici o colleghi, oppure dormire sull’idea. È incredibilmente importante avere il nome giusto, quindi devi essere sicuro prima di procedere.

Scegliere l’ hosting WordPress

Con un nome di dominio scelto, ora sei pronto per impostare il tuo hosting. Ti guideremo attraverso il processo di acquisto di un dominio e hosting con SiteGround.

Vai alle opzioni di hosting WordPress di SiteGround. Ne troverai tre tra cui scegliere: StartUp, GrowBig e GrowGeek.

Hosting SiteGround Plans - Installazione WordPress
Hosting SiteGround Plans

A meno che non si stia costruendo un piccolo sito con un budget limitato, è consigliabile scegliere almeno il piano GrowBig, in quanto include alcune funzionalità aggiuntive  (ad esempio prestazioni migliori, tempi di attività migliori e una manciata di funzionalità tecniche ). Questo è il piano che useremo per il nostro ipotetico blog.

Scegli il piano e ti verrà chiesto se hai già un nome di dominio. Non disponiamo già di un dominio, quindi inserisci il nome che hai scelto nell’ultima sezione e fai clic su Continua.

Acquisto nome del dominio - Installazione WordPress
Acquisto nome del dominio

Inserisci i tuoi dati di fatturazione e, in Informazioni sull’acquisto, controlla la posizione del data center del tuo sito.

Una volta che sei soddisfatto delle opzioni, fai clic su Paga adesso. SiteGround creerà automaticamente il tuo account e configurerà tutto per te. Segui le istruzioni per accedere e verrai indirizzato automaticamente a una procedura guidata che installerà WordPress per te.

Seleziona la casella  per “preinstallare WordPress su questo account”, quindi Procedi. Inserisci i dettagli di accesso, scorri fino in fondo e fai clic su Invia. Hai la possibilità di scegliere un tema, ma puoi saltarlo (torneremo a guardare i temi più avanti in questa guida).

Installazione WordPress su Hosting Siteground
Installazione WordPress su Hosting Siteground

Dopo aver eseguito l’installazione WordPress automatica  devi solo annotare l’URL dell’amministratore, il nome utente e la password, quindi fai clic su Procedi all’Area clienti. Da qui è possibile fare clic su I miei account → Vai a cPanel per accedere al “pannello di controllo” principale del sito Web, noto anche come cPanel. Faremo un paio di rapidi cambiamenti  per ottimizzare il tuo sito.

Trova e fai clic sul pulsante Toolkit di WordPress, quindi fai clic su Gestisci. Vogliamo abilitare un certificato SSL per il tuo sito in modo che i dati vengano crittografati tra i tuoi visitatori e il server web, aggiungendo un livello di privacy e sicurezza. Fai clic su Configura SSL, abilita SSL, quindi fai clic su Cambia. Facile!

Certificato SSL SiteGround - Installazione WordPress
Certificato SSL SiteGround

 

Una volta terminato, torna alla schermata principale di cPanel  e fai clic su SuperCacher in Strumenti di WordPress. Questo renderà il tuo sito più veloce. Dovresti trovare automaticamente la cache di Livello 1, ma puoi anche attivare la memorizzazione nella cache di Livello 2 e Livello 3. Per fare ciò, basta fare clic su ciascuna scheda e attivare la memorizzazione nella cache.

SiteGround Cache - Installazione WordPress
SiteGround Cache

È utile capire come funziona: la memorizzazione nella cache consente di scattare un’istantanea del tuo sito Web e quindi di renderla fruibile ai visitatori, pertanto non è necessario caricaree il tuo sito ogni volta che ricevi un visitatore. L’istantanea viene quindi regolarmente aggiornata. Questo rende il sito più veloce.

Ora sei pronto per iniziare a utilizzare WordPress! Hai eseguito l’installazione WordPress automaticamente  su SiteGround, quindi vai su nomesito.com/wp-admin/ e inserisci i dettagli di accesso che hai creato. Verrai indirizzato alla Dashboard di WordPress e ora potrai iniziare a creare il tuo nuovo blog WordPress. Faremo un tour della Dashboard nel prossimo post di Starting WordPress Box.

Se hai optato per WP Engine, troverai che WordPress viene impostato automaticamente per te. Subito dopo la registrazione riceverai un’email con i dettagli su come accedere.

Conclusione

A questo punto dovresti sapere come scegliere l’hosting WordPress, come scegliere un buon nome di dominio, come procedere per l’installazione WordPress e come configurare l’hosting WordPress di SiteGround per gestire il tuo nuovo blog . Con questo si conclude la configurazione tecnica: da qui in poi, guarderemo WordPress stesso, far sì che il tuo sito sia configurato come vuoi e creare i tuoi primi contenuti.

Alla prossima!

 

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003