ASO l’app per migliorare il posizionamento

ASO l’app per migliorare il posizionamento delle applicazioni negli store

Aso l’app per migliorare il posizionamento delle applicazioni negli store. Ecco la nuova applicazione utile per chi ha difficoltà a rendere nota la propria App. Con l’avvento degli smartphone, tablet e altri dispositivi mobile ha incentivato la sfida per chi sviluppa applicazioni tesa a posizionare meglio la propria realizzazione nei motori di ricerca. Un lavoro non proprio semplice dato che nel play store sono presente una miriade di applicazioni.

 

Cos’è ASO l’app per migliorare il posizionamento negli store

 

ASO è l’acronimo di App Store Optimization, ovvero il processo per ottimizzare un’applicazione mobile e scalare la classifica dei risultati di ricerca degli store.

L’obiettivo principale è quello di rendere capace l’App di reggere il confronto con le altre applicazioni e dare via ad una competizione per ottenere adeguata visibilità all’interno dello store.

Il risultato è una decisa crescita del traffico sulla pagina su cui viene presentata l’app in modo da incentivare che la stessa venga scaricata dall’utente.

In sintesi ASO è il fratello minore della SEO, ovvero la serie di attività svolte per aumentare il traffico su un sito.

 

Accorgimenti per l’utilizzo dell’app ASO

Si è vero Aso l’app per migliorare il posizionamento delle applicazioni negli store però bisogna tener conto di alcuni aspetti. Il posizionamento varia da store a store quindi un aspetto principale è la descrizione dell’applicazioni è fondamentale sul Play Store che invece non incide sull’App Store. Quindi si può operare una differenziazione tra fattori on-page e off-page.

On-page: bisogna agire sui metadata e sulla possibilità di personalizzare l’offerta dagli store in base a chi ha il compito di sviluppo dell’applicazione e all’interno di questa categoria rientrano il nome delle app, la loro descrizione, le keywords, l’icona, il video e lo screenshot, oltre alla scelta della categoria di pertinenza.

 

Off-page vanno invece a occuparsi delle valutazioni, delle recensioni, dei contenuti e della Link Building.

 

Errori da evitare nell’ASO

Per dare luogo ad una strategia efficace in termini di ASO, occorra evitare alcuni gravi errori.

Non bisogna sottovalutare l’importanza dell’icona e degli elementi grafici della pagina, che insieme al titolo hanno la funzione di biglietto da visita. Soprattutto l’icona deve subito calamitare l’attenzione del visitatore e dare un’idea visiva del contenuto dell’applicazione.

Non proporre parole chiave alla rinfusa, senza dare un senso logico all’operazione. La keyword deve essere proposta all’interno del testo senza forzature e, soprattutto, avere pertinenza con l’app. In caso contrario, può addirittura danneggiare il posizionamento dell’app.

Va poi ricordato che l’applicazione potrebbe essere recensita negativamente e in questo caso occorre tenere nel debito conto la critica, senza attaccare chi l’ha avanzata, ma anzi cercando di instaurare un rapporto costruttivo.

Infine non occorre adagiarsi sugli allori, pensando che l’ASO sia un’operazione one shot. Una volta impostata la pagina nel migliore dei modi, occorre continuare ad aggiornarla, anche perché la concorrenza non dorme e continua a proporre applicazioni al ritmo di 1000 al giorno.

 

 

 

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003