Sony Xperia XZ2 scheda tecnica

Sony Xperia XZ2. Ecco la scheda tecnica dello smartphone Sony

Sony Xperia XZ2 è uno smartphone top di gamma presentato dal produttore nipponico al MWC 2018 di Barcellona insieme al fratello XZ2 Compact. Rispetto ai precedenti modelli Sony, il design di Xperia XZ2 ha subito diversi cambiamenti, mentre naturalmente le specifiche tecniche risultano da vero flagship 2018, sia per quanto riguarda la potenza pura sia per quanto concerne display e fotocamera.

Con il Sony Xperia XZ2 la Sony ha iniziato la scalata allo smartphone perfetto per il suo listino, affinando ancora e ancora le sue tecnologie. Con Xperia XZ2 il balzo è più netto, grazie ad un design che spezza con il passato. Scopriamolo nella nostra recensione.

Caratteristiche tecniche Sony Xperia XZ2

Andiamo dunque a scoprire tutti i dettagli su Sony Xperia XZ2: ecco caratteristiche tecniche, design, e software del top di gamma 2018 di Sony.

Caratteristiche hardware

Per il resto siamo invece al top: Abbiamo per la prima volta il nuovo processore Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz, con GPU Adreno 630, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna nel formato UFS. La memoria è espandibile utilizzando la microSD. Ottima la connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual band, NFC, GPS assistito da GLONASS/Galileo e una porta USB-C 3.1 con supporto malriuscita video.

L’audio è stereo e viene fornito in modo asimmetrico dallo speaker inferiore e dalla capsula auricolare. La qualità ed il volume sono sopra la media. Interessante la nuova funzionalità di vibrazione dinamica che in certe app e giochi fa vibrare il telefono assieme al gioco stesso per restituire una maggiore verosimiglianza.

L’unica vera rinuncia di questo smartphone in termini di hardware: il jack audio.

Caratteristiche della fotocamera

Sony Xperia XZ2 ha in dotazione una fotocamera da 19 megapixel ƒ/2.0, con sensore di spettro colore (per un perfetto calcolo del colore), ma senza stabilizzazione ottica. Quando ormai quasi tutti i dispositivi della concorrenza hanno incluso uno stabilizzatore è abbastanza anacronistico che qui ancora manchi. Superato questo ostacolo è però indubbio che Xperia XZ2 abbia veramente un’ottima fotocamera e che in quasi tutti i contesti scatti foto di altissima qualità .

L’HDR lavora bene, anche se in certi contesti, come già successo in passato per Sony, solo l’utilizzo della modalità manuale può permettervi di ottenere il meglio da questa fotocamera. Le modalità di scatto aggiuntive sono interessanti ma non sbilanciano il giudizio: la creazione 3D è molto simpatica ma macchinosa e l’effetto sfocatura non si è rivelato molto preciso (il Pixel 2 lo batte nettamente su questo punto).

L’acquisizione intuitiva vi permette di ottenere più scatti quando il software lo ritiene necessario, per poi scegliere successivamente quello preferito. Lo scatto non è nel complesso sempre rapidissimo e a volte, nonostante il soggetto sia a fuoco, perde anche un secondo per ricalcolare la messa a fuoco.

Caratteristiche video fotocamera

Per quanto riguarda video, fino alla risoluzione di 1080p è tutto molto buono e, seppur con qualche minimo calo di frame rate, possiamo anche attivare l’HDR video che ci permette di godere di filmati quasi cinematici con un bilanciamento dei colori incredibile.

A 60fps purtroppo si perde questa opzione, ma è salendo in 4K che i problemi aumentano. A prescindere dall’attivazione dell’HDR o meno i video (registrati comunque a 24fps) hanno evidenti cali di fluidità e anche sporadici blocchi dell’immagine. In un paio di casi la fotocamera ci ha espressamente chiesto di riavviare il telefono.

Occorrerà in futuro un aggiornamento per migliorare questo aspetto.

Bene la registrazione video in slow motion a 960fps. Adesso è possibile anche farli in Full HD, dimezzando però la loro durata. Li abbiamo trovati un po’ troppo corti e li abbiamo preferiti a 720p. Condizione necessaria per una buona realizzazione è ovviamente un’ottima luce (meglio solare).

La fotocamera frontale sulla carta è un passo indietro visto che scende addirittura a 5 megapixel (ƒ/2.2). La qualità è comunque buona nel complesso, benché il comparto video di abbia invece un po’ deluso.

Caratteristiche Display

Molto buono il display di questo Xperia XZ2. Si tratta di un pannello IPS FullHD+ (2160 x 1080 pixel) dall’ottima taratura e la buona luminosità, per quanto all’esterno avremmo preferito potesse spingere ancora un po’ di più. Questo display supporta l’HDR ed è sempre in tecnologia Triluminos. Non sarà QHD+, ma considerando che Sony non ha creduto nella realtà virtuale, non potreste notare la differenza.

 

Design di Sony Xperia XZ2

Sony Xperia XZ2 abbandona lo stile omnibalance che aveva caratterizzato molti smartphone del produttore per puntare a qualcosa in più dal punto di vista dell’ergonomia e della praticità. Dalle linee dure e gli spigoli pronunciati si passa a curvature e angoli stondati, con il sensore di impronte che si sposta dal tasto di accensione al retro. Il formato del display si è adeguato al trend dei 18:9.

Xperia XZ2 misura 153 x 72 x 11,1 mm, con un peso di 198 grammi. La particolare bombatura posteriore non contribuisce sicuramente a renderlo uno smartphone molto sottile, e anche il peso è abbastanza generoso. Lo smartphone è costruito con cornici in metallo e parte posteriore in vetro Gorilla Glass 5.

Caratteristiche Software

Sony Xperia XZ2 viene commercializzato con Android Oreo 8.0 e pochissime personalizzazioni dell’azienda. Tra queste troviamo la possibilità di attivare l’interfaccia ad una mano, la possibilità di cambiare tema o di modificare la griglia della home e l’animazione di transizione fra le pagine dalla home. Ci sono poi le Xperia Actions per automatizzare alcuni funzionamenti in base alla situazione e non mancano le ottime app multimediali dell’azienda. Nel complesso non c’è molto altro da dire su un software pulito e chiaro, e sopratutto anche molto veloce.

Conclusione

Sony Xperia XZ2 è un prodotto molto interessante che ha qualche punto di debolezza, come l’assenza del jack audio, l’ergonomia molto ridotta e una registrazione video da affinare. I punti di forza però sono palesi: un bel design, un ottimo display HDR, una autonomia sopra la media e un prezzo di lancio inferiore alla concorrenza.

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003