Pubblicità su WhatsApp

Pubblicità su WhatsApp. Cambia tutto con i prossimi aggiornamenti.

Pubblicità su WhatsApp, ebbene sì. Presto con i prossimi upgrade l’app di messaggistica più utilizzata introdurrà i banner pubblicitari nelle chat. Tappa possibilità di cancellare i messaggi a con l’introduzione degli stati come Instagram all’odio pubblicità.

Pubblicità su WhatsApp

La notizia era nell’aria da diverso tempo, l’intenzione è quella di far fruttare il servizio economicamente introducendo nelle chat con i nostri amici dei banner e contenuti sponsorizzati. L’introduzione delle ads servirà proprio per raggiungere questo obiettivo.

Dalle informazioni delle diverse fonti presenti in rete, sembra che WhatsApp stia collaborando con diverse startup interne per mette in comunicazione aziende e utenti all’interno della piattaforma. Quindi, il servizio potrebbe richiedere un pagamento alle società che desiderano mettersi in contatto con il miliardo di utenti che popolano la piattaforma sfruttando il canale dei messaggi privati

Già avviati i primi test, nella versione beta della piattaforma ha portato all’interno della chat i primi prototipi di banner ed i contenuti sponsorizzati. L’utilizzo delle pubblicità su WhatsApp potrebbe in linea teorica essere rivolta solo a coloro che utilizzano il servizio Business, almeno in una prima fase.

Pubblicità su WhatsApp? Ecco le prime contestazioni.

Sui social, già si sono manifestate le prime forme di contestazioni: da chi si augura un ritorno ai pagamenti per evitare le pubblicità nelle chat di WhatsApp  a chi promette un imminente abbandono e passaggio Telegram. D’altronde, le proteste sono in linea con le aspettative essendo l’unica piazza virtuale pura da sponsor e ads.

Per questo motivo il gruppo che fa capo a Facebook sta procedendo coi piedi di piombo con l’operazione, sondando il parere dei propri utenti riguardo il tipo di interventi esterni che sarebbero disposti a sopportare pur di continuare a usare il servizio, e quali invece troverebbero effettivamente utili.

Conclusioni

Le modifiche vociferate, sull’introduzione della pubblicità su WhatsApp, comunque non vedranno la luce a breve: segno che prima dell’eventuale ingresso dei brand nel servizio di messaggistica avremo il tempo di assistere ad altri cambiamenti più o meno epocali.

 

 

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003