Ottimizzare immagini con ShortPixel

Ottimizzare immagini con ShortPixel. Ecco come fare.

Ottimizzare immagini con ShortPixel è semplicissimo, sopratutto  se non hai tempo di farlo manualmente. In questa mini guida ci concentreremo sull’installazione e la configurazione del plugin ShortPixel.

Ricorda che le immagini rappresentano un elemento chiave che incide spesso sul tuo sito web in termini di peso, velocità e Seo. Elementi grafici possono aumentare il tempo di caricamento e questo può comportare anche penalizzazioni sul posizionamento nella Serp del tuo sito.

Comprimerle ogni singola immagine con software come Photoshop richiede molto tempo sopratutto per chi scrive numerosi articoli al giorno, quindi ottimizzare immagini con ShortPixel fa al tuo caso.

Ottimizzare immagini con ShortPixel

Tra i diversi plugin che ho avuto modo di utilizzare ShortPixel è il migliore, ti permette di ottimizzare  immagini JPEG, PNG, GIF (anche animate), WebP e di PDF.

Per prima cosa scarica il plugin, puoi farlo anche da qui, ed installiamolo come un semplice plugin. Se hai problemi nell’installazione del plugin puoi seguire la mini guida: Come installare plugin WordPress. Cosa sono e dove scaricarli.

Successivamente registrati e crea un account. Va bene anche un account free!

Il servizio gratuito da la possibilità di comprimere 100 immagini al mese: per esigenze differenti ci sono piani mensili o pacchetti di crediti davvero molto convenienti.

Dopo aver effettuato il login sul sito, clicca su API Key e preleva la chiave. Ora andiamo in Impostazioni \ ShortPixel ed inseriamo l’indirizzo email utilizzato in fase di registrazione e l’API Key appena prelevata e clicchiamo su Validate.

Ottimizzare immagini con ShortPixel: configurazione

Dopo aver attivato il plugin per ottimizzare immagini con ShortPixel occore impostare alcune configurazioni. Accedi al pannello di controllo e imposta  come tipo di compressione “Compression type: Lossy“.

È possibile utilizzare tre livelli di compressione con risultati eccellenti:

Lossy: l’opzione migliore per la maggior parte dei casi dato che si ottengono i risultati migliori in termini di riduzione del peso; se la velocità del sito è fondamentale e si desidera avere il miglior equilibrio tra ottimizzazione e qualità dell’immagine è la scelta giusta.

Glossy: è un ottimo compromesso per una qualità dell’immagine migliore a discapito di un peso mediamente superiore.
Lossless: per ottimizzare le immagini senza perdita (i pixel restano invariati rispetto all’originale) ma con una riduzione del peso meno evidente

Nel tab “Advanced” abbiamo a disposizione una serie di opzioni interessanti, per esempio :

Additional media folders : permette di aggiungere manualmente una cartella con le immagini da ottimizzare.

Convert PNG images to JPEG : abilitando questa opzione tutte le immagini .PNG vengono convertite in .JPG (riducendo drasticamente la dimensione)

Optimize PDFs : offre la possibilità di comprimere anche i file .PDF (purtroppo nessun plugin li comprime molto, meglio usare un servizio online tipo questo https://www.ilovepdf.com)

Optimize media on upload : permette di ottimizzare in modo automatico le immagini durante l’upload.

Uno dei vantaggi maggiori è che può essere configurato per ottimizzare in tempo reale ed in modo automatico le immagini o i PDF che vengono caricati nella libreria media.

Se hai già una libreria di immagini basterà invece avviare la funzione “Bulk Image Optimization” che, sulla base delle impostazioni scelte, processerà tutte le immagini precedentemente caricate. Eseguilo soltanto una volta!

Come funziona la compressione delle immagini con ShortPixel

ShortPixel copia immagini sui suoi server, le comprime mantenendo gli originali nelle cartelle di backup e poi le sostituisce on quelle ottimizzate. Il processo in dettaglio segue queste fasi:

  1. Una lista con l’elenco delle immagini viene inviata ai server di ShortPixel
  2. ShortPixel preleva le immagini dal sito, copiandole nel suo cloud server
  3. Gli algoritmi elaborano tutte le immagini
  4. Il plugin verifica se il processo di ottimizzazione è terminato e copia le immagini sul server di origine
  5. infine, prima di sovrascrivere, effettua una copia di backup in una cartella ftp del sito

Conclusione

Come avrai ben letto, ottimizzare immagini con ShortPixel è molto semplice. Se hai difficoltà scrivimi nei commenti. Ottimizzeremo le immagini del tuo sito insieme! A presto!

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

2 Commenti

Ricette Bimby Rispondi

Grazie molte per l’articolo.

Bartolomeo Rispondi

Ciao, è stato un piacere condividere l’ informazione..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003