Raspberry Pi Imager

Raspberry Pi Imager. Installazione sistema operativo per Raspberry Pi 4

Ecco come installare il sistema operativo su Raspberry Pi 4 con Raspberry Pi Imager.

Dopo tanto, l’attesa è stata ripagata: gli sviluppatori della Raspberry Pi Foundation hanno pubblicato su GitHub e sul sito ufficiale il nuovo tool di imaging.

Sul sito ci viene spiegato che la maggiore difficoltà riscontrata dai nuovi utenti del dispositivo risiede, a volte, nella ricerca dell’immagine del sistema operativo da scaricare e nell’effettivo trasferimento di questo sulla microSD card o SSD che ne consentirebbe l’esecuzione. A complicare le cose ci si mette il fatto che i tre più importanti tipi di sistemi operativi (Windows, macOS e le varie distro Linux), usano logiche di funzionamento differenti per accedere alla microSD.

Vediamo, quindi, come installare una distro su Raspberry con la nuova utility Raspberry Pi Imager.

Come scaricare e installare Raspberry Pi Imager

Il tool  consente, in pochi semplici passaggi, l’installazione di un qualsiasi sistema operativo a scelta dell’utente, su una qualsiasi microSD/ SSD. Scarichiamo l’utility Raspberry Pi Imager disponibile per Windows,Ubuntu e Mac.

Attendi finché il download non è terminato. Successivamente, devi installare il nuovo tool: la procedura varia leggermente da sistema operativo a sistema operativo. Non devi preoccuparti, però: si installa come qualsiasi altro programma. Se usi Windows, segui la procedura guidata; se sei su macOS devi solo trascinare l’icona nella cartella “Applicazioni”; se utilizzi Ubuntu puoi installarlo da terminale o dal centro di gestione dei pacchetti.

Come usare Raspberry Pi Imager

A questo punto puoi installare la tua distro preferita su Raspberry. Collega la Micro SD (tramite un adattatore USB/SD) o disco SSD  al tuo computer  ed apri il programma che hai appena installato.

Raspberry Pi Imager - Interfaccia Grafica
Raspberry Pi Imager – Interfaccia Grafica

Come puoi vedere, l’interfaccia grafica è semplice e intuitiva e richiama i colori di Raspberry. Adesso devi selezionare il sistema operativo che desideri installare: clicca su “CHOOSE OS”. Si dovrebbe aprire una schermata come questa:

Raspberry Pi Imager - Scelta sistema operativo
Raspberry Pi Imager – Scelta sistema operativo

Scegliendo una delle prime opzioni Raspberry Pi Imager scaricherà automaticamente l’immagine del sistema operativo dai server ufficiali: per essere precisi l’utility scarica un file .JSON (JavaScript Object Notation, un formato che consente lo scambio di informazioni tra server e client) con tutti le immagini aggiornate dei sistemi operativi che sono disponibili per il download.

Una volta selezionato il sistema operativo desiderato, l’utility acquisisce l’immagine dai server di Raspberry Pi e la scrive direttamente sulla SD. Ciò consente di evitare il passaggio intermedio dello scaricare prima l’immagine sul proprio hard drive per poi trasferirla sulla microSD, risparmiando ulteriore tempo.

Inoltre l’utility salva sul proprio pc una copia dell’immagine, per consentire la scrittura su una nuova scheda SD, senza dover attendere di nuovo il processo di download del file e come puoi vedere, ci sono anche altre funzioni più avanzate.

Successivamente, devi indicare su quale supporto vuoi installare il sistema operativo: clicca sul pulsante “CHOOSE SD CARD”, che dovrebbe mostrati un menù simile a questo:

Raspberry Pi Imager - Scelta Disco o Micro SD
Raspberry Pi Imager – Scelta Disco o Micro SD

Non ti rimane che selezionare su “WRITE” e attendere che tutto il processo venga ultimato: prenditi una pausa e, nel frattempo, leggi i miei ultimi post.

Nei test che ho eseguito, la fase di scrittura ha impiegato circa sei minuti. Successivamente, viene eseguita la verifica dei dati scritti: questa parte è detta verify e viene attuata automaticamente. Nelle mie prove è stata portata a termine in circa otto minuti.

Raspberry Pi Imager è abbastanza veloce, tieni conto che tali aspetti posso variare in base all’hardware che stai usando. Più precisamente è influenzato:

  • dalla tua connessione a Internet;
  • dal computer su cui stai eseguendo Raspberry Pi Imager;
  • dalla velocità di scrittura e lettura della tua scheda Micro SD (se invece è un disco SSD non ci sono problemi di velocità).

Insomma, se ci vuole un’eternità – o se ci sta impiegando molto meno dei tempi che ti ho indicato – non devi preoccuparti: l’importante è che il processo vada a buon fine.

Conclusione

Abbiamo visto some installare il sistema operativo di un Raspberry Pi 4 su Disco SSD o Micro SD con il tool Raspberry Pi Imager.

Se riscontri problemi scrivimi nei commenti.

Se sei interessato invece a come avviare il Rasberry Pi 4 da disco SSD devi assolutamente leggere questa guida:

Boot USB su Raspberry Pi 4. Ecco come fare.

Autore Bartolomeo

Consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su configurazione Windows, Linux e WordPress.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003