Google AMP per WordPress

Google AMP per WordPress. Ecco come implementarlo

Google AMP per WordPress ne hai mai sentito parlare? Di cosa si tratta? AMP è un’iniziativa open-source realizzata da Google con lo scopo principale di velocizzare la fruizione delle pagine di un sito web su dispositivi mobile.

Ma a chi serve? Utilizzato principalmente per chi possiede sito di notizie\blog che pubblicano notizie con una certa frequenza.

Google AMP per WordPress: premessa

Google AMP per WordPress nasce nel 2015 come tecnica per creare, via codice, dei siti web ottimizzati ai fini della velocità di caricamento per i dispositivi mobile come smartphone e tablet che utilizzano connessioni dati diverse dalla ADSL e che sono vincolati da limitazioni di download dei dati.

Un progetto, open-source, che coinvolge diverse grandi aziende fra cui Google, Twitter, WordPress.com, Pinterest, Linkedin, Adobe Analitycs per lo sviluppo del codice necessario per generare contenuto ottimizzati per il caricamento e visualizzazione su mobile.

Come funziona Google AMP per WordPress

Dal lato tecnico AMP rende più veloce il caricamento della pagina in tre modi:

  1.  riducendo la quantità di codice Javascript delle pagine
  2. Effettua il salvataggio su server Google della copia cache delle pagine in modo da non dover rimandare al server dov’è ospitato il sito web.
  3. Caricamento solo delle risorse necessarie (immagini, iframe e ads)

Riassumendo AMP crea una “versione alternativa” del sito che segue le specifiche tecniche definite da AMP project. In altre parole crea un HTML basico e ottimizzato per l’esperienza mobile. Le pagine create con AMP hanno un loro indirizzo, ad esempio: nomedominio.it/nomepagina/amp.

Google AMP per WordPress: come implementarlo

Abbiamo capito cos’è AMP e cosa fa effettivamente ora vediamo come implementarlo sulla nostra piattaforma WordPress.

Per aver totale controllo ci servono quattro plugin:

–       Plugin WordPress AMP

–       Plugin AMP for WP – Accelerated Mobile Pages

–       Estensione plugin Advanced AMP ADS ( se vuoi avere controllo sugli ADS)

–       Glue for Yoast SEO and AMP

Installa tutti i Plugin elencati e attivali.

Plugin WordPress AMP è il plugin ufficiale di Google AMP e ti permetterà di creare una copia AMP dei tuoi post e pagine del sito web. Una volta installato, tutti gli URL dei tuoi post avranno una versione /amp/.

Plugin AMP for WP – Accelerated Mobile Pages la sua estensione plugin Advanced AMP ADS ti consentiranno di personalizzare la tua versione del sito AMP.

Dopo l’attivazione di entrambi i plugin sarà necessario fare un refresh dei permalink. Per effettuare questa operazione vai su Impostazione-> permalink -> e clicca su salva. In questo modo WordPress rigenererà cosi tutti gli URL dei contenuti e utilizzerà le nuove impostazioni per quelli futuri.

Ricorda! Sei hai attivo un plugin per la cache devi disattivarlo!

Personalizza AMP del tuo sito

Nel menu di WordPress troverai una nuova voce: AMP. Clicca e vai su Getting Started.

Google AMP per WordPress
Google AMP per WordPress: pannello di controllo nel back.end di wordpress

Qui puoi iniziare con il personalizzare il tuo sito. Aggiungi il logo, imposta il codice di monitoraggio di Google Analitycs, cookies ecc.

Ma vediamo le voci nel dettaglio:

  1. General: In questa sezione puoi aggiungere il logo che apparirà sul sito in versione AMP.
  2.  Homepage: Se vuoi attivare la homepage e scegliere un front page personalizzata.
  3. Analytics: In questa cartella puoi inserire il codice di monitoraggio di Analytics per analizzare il traffico AMP. Ti consiglio di creare una nuova proprietà dedicata solo alle pagine AMP.
  4.  Design: Per modificare colori, i metadati da visualizzare, le icone ecc.
  5. SEO: Funziona solo con SEO by Yoast attivato e ti permette di modificare alcuni parametri come i tag e metadati su AMP.
  6.  Menu: Qui decidi se vuoi aggiungere o meno il menu delle pagine AMP.
  7.  Advertisement: Qui puoi aggiungere i banner pubblicitari AdSense alle pagine AMP.
  8. Single: Impostazioni relative ai post.
  9.  Social Share: Ti permette di scegliere quali social attivare o meno.
  10.  Structured Data: Serve a configurare i dati strutturati di Google.
  11. Notifications: Qui puoi inserire il messaggio di utilizzo cookies.
  12. Translation Panel: Per tradurre le varie voci che di default sono in lingua inglese.
  13. Comments: Serve per attivare i commenti Disqus.
  14.  Advance Settings: Altre configurazioni di personalizzazione.

Ti consiglio di prestare attenzione a tutti i campi del setting al fine di ottenere un lavoro ben fatto e garantire all’utente del tuo sito la migliore esperienza possibile.

Impostare gli annunci Google AdSense su AMP

Google AMP per WordPress
Google AMP per WordPress: gestione dei banner pubblicitari in AMP

La versione base di AMP for WP – Accelerated Mobile Pages ti permette di inserire solo 4 annunci pubblicitari in posizioni prestabilite.

Per avere una maggiore personalizzazione, ma soprattutto per massimizzare i guadagni del tuo sito ti consiglio di acquistare l’estensione Advanced AMP ADS: 19,99 $

Integrare Yoast SEO e AMP

Come ti avevo accennato AMP utilizza metadati che non sono totalmete compatibili con Yoast SEO quindi sarà

Google AMP per WordPress
Google AMP per WordPress: gestione dei matadati AMP con Yoast SEO

necessario installare Glue for Yoast SEO and AMP creato appositamente per questo, un estensione del plugin principale Yoast SEO. Una volta installato il plugin comparirà una nuova voce al menù di Yoast SEO. Dalla scheda design potrai personalizzare i post AMP, scegliendo coloro immagini in evidenza.. nella seziona Analytics per inserire un codice di tracciamento valido.

La configurazione per i posta AMP e semplice, una volta terminato  per controllare se le varie operazioni eseguite sono corrette e indicizzate da Google  ti basta aprire la tua Search Console, selezionare il tuo sito  aprire  “Aspetto nella ricerca”  e successivamente Accelerated Mobile Pages

Conclusione

Ti ho elencato i vari passaggi da seguire e i plugin necessari per implementare tale funzione con banner. Non è finita qui a breve ti elencherò tutti i vantaggi e svantaggi di questa funzionalità.

Stay tuned!

 

 

 

 

 

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003