disinstallare un plugin WordPress manualmente

Come disinstallare un plugin WordPress manualmente in maniera corretta.

Disinstallare un plugin WordPress manualmente è un gioco da ragazzi, si certamente, però molti di voi alcune volte non sono a conoscenza di determinati aspetti da tener conto quando si rimuove un plugin. Oggi cercheremo di vedere insieme cosa succede quando installiamo un plugin e cosa succede nel nostro CMS e il database stesso.

Disinstallare un plugin WordPress: aspetti da tener in considerazione

Molto spesso gli utenti più esperti o webmaster che usano WordPress tutti i giorni passano a testare numerosi plugin fino a trovare la funzionalità che fa a loro caso.

Molti utenti normali non hanno tutte le conoscenze di uno sviluppatore di siti web e non hanno a cura il database del nostro sito. Infatti, quando installiamo un plugin in WordPress vengono inseriti nel nostro hosting numerosi file php, in cui è presente il codice per aggiungere funzionalità al nostro sito.

Quando installiamo un plugin WordPress vengono create nuove tabelle all’interno del nostro database le quali sono utilizzate per salvare le informazioni e settaggi del nostro sito. Cosa succede quando rimuoviamo un plugin WordPress?

Oggi vedremo quindi come fare per disinstallare un plugin WordPress nel modo corretto. Prima di procedere ci tengo a precisare che per testare i tuoi plugin puoi tranquillamente farlo in locale sul tuo PC!

Se non sai come installare WordPress in locale ti rimando alla guida che ho scritto poco tempo fa!

Rimuovere plugin WordPress manualmente

Spesso accade anche che un plugin che stiamo utilizzando non venga più aggiornato dallo sviluppatore e e quindi siamo costretti a cancellare il plugin. Avere un plugin WordPress non aggiornato può compromettere la sicurezza del nostro sito!

Ora vediamo come cancellare definitivamente un plugin WordPress.

Primo passo disinstalliamo il plugin dal nostro back-end. Ecco come fare: selezioniamo dal menù di sinistra del pannello di amministrazione la voce Plugin e clicchiamo su Plugin Installati. Verrete portati alla pagina contenente una lista di tutti i plugin installati in WordPress.

Portatevi con il mouse sul plugin che volete cancellare e cliccate su Disattiva.

Dopo aver disattivato il plugin cliccate sul link in rosso con la scritta Cancella e nella schermata successiva confermate la cancellazione dei files e dei dati.

Questo passaggio è quello a cui si limitano molti di voi, ma in realtà per cancellare definitivamente un plugin è necessario effettuare 3 ulteriori passaggi.

Rimuovere file extra

Alcuni plugin come quelli per gli sliders o quelli usati per il backup del database creano delle cartelle extra all’interno della directory /wp-content.

Usando FileZilla effettua l’accesso al tuo hosting e procedi alla rimozione delle cartelle collegate al plugin che avete appena rimosso ma per sicurezza prima di procedere scaricatele sul vostro computer per avere un backup da ripristinare in caso di necessità.

Rimuovere tabelle nel database

Dopo aver fatto pulizia nel nostro spazio ftp, ci tocca controllare il nostro database. Per fare ciò serve collegarsi al pannello di controllo del servizio hosting e nella sezione relativa alla gestione del database apriamo il pannello PhpMyAdmin. Prima di tutto effettua un backup del database i WordPress.

Verifichiamo se ci sono tabelle relative al plugin che abbiamo disinstallato. Se non sei sicuro di quali tabelle potrebbero essere associate al plugin puoi cerare tranquillamente su Google e assicurarvi che le tabelle appartengono a quel plugin.

Per finire date comunque uno sguardo alla lista alle tabelle di WordPress per essere sicuri di non andare a cancellare una tabella fondamentale per il funzionamento del vostro CMS. Le tabelle che utilizza WordPress sono 11.

Selezionate quindi le tabelle che volete cancellare e procedete alla loro rimozione oppure ti basta eseguire una semplice query “DELETE FROM  nome tabella”.

A questo punto vi consiglio di tornare su WordPress e controllare che sia lato amministrazione che lato utente non sia cambiato nulla. Se qualcosa è andato storto ricaricate il backup del vostro database e riprovate eliminando una tabella alla volta.

Disinstallare un plugin WordPress comporta ad effettuare una pulizia sul database ma non dimenticare di ottimizzare la tua base di dati.  Il nostro sito web effettua continue query per mostrare i risultati, se non effettuiamo un ottimizzazione i nostro sito inizierà ad essere lento. Leggi la mia guida su come ottimizzare il database.

Disabilitare un plugin WordPress

Molti utenti, invece, preferiscono disattivare il plugin e non disinstallarli nell’ eventualità futura di utilizzarlo un giorno futuro.

In questo modo ci aiutiamo in modalità di debug se abbiamo problemi sul nostro sito (per esempio quando avete un problema sul vostro blog la prima cosa da fare è quella di disabilitare tutti i plugin per poi riabilitarli uno ad uno e trovare il colpevole) ma mettiamo in repentaglio la sicurezza del nostro sito rendendolo vulnerabile agli attacchi di malintenzionati che potrebbero sfruttare dei bug presenti su plugin non più aggiornati e mettere a serio repentaglio la sicurezza dei vostri dati.

Per questo motivo è sempre meglio rimuovere un plugin quando ci rendiamo conti che non ci è più utile.

 

 

Autore Bartolomeo

Mi chiamo Bartolomeo Alberico, sono un consulente tecnico con la passione per il web e la tecnologia e tutto quello che le ronza intorno.
Nel tempo libero scrivo articoli per il mio blog su argomenti vari, in particolare su WordPress e SEO.

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali in conformità al D.Lgs. 196/2003